Archivio Categoria: Luoghi

Palazzo Carafa Santangelo

Indirizzo: via San Biagio dei Librai, 121 Metro linea 1: stazione Dante-stazione Toledo-stazione Università Particolare esempio del Rinascimento napoletano, Palazzo Carafa Santangelo è noto anche come “palazzo della capa di cavallo”, per la presenza, all’interno del cortile, di una riproduzione in terracotta della testa di cavallo bronzea, originariamente parte di un monumento equestre mai ultimato […]

Palazzo Carafa conti di Montorio

Indirizzo: via San Biagio dei Librai, 8 Metro: linea 1, stazione piazza Dante-stazione Toledo-stazione Università Questo antico palazzo nobiliare sorge a ridosso di quello che costituisce l’antico nucleo urbano della città, largo Nilo, dove la statua del fiume egiziano lì collocata da una colonia di mercanti Alessandrini ha finito, nel tempo, con l’essere identificata con […]

Palazzo Beccadelli, detto del Panormita

Indirizzo: via Nilo, 26 Metro: linea 1, stazione piazza Dante-stazione Toledo-stazione Università Questo palazzo fu eretto nella prima metà del XV secolo nella via detta degli “mpisi”, ovvero degli impiccati, perché tutti i condannati a morte della Vicaria passavano di lì per andare al patibolo. Rappresenta uno dei migliori esempi rinascimentali a Napoli, di cui […]

Chiesa di Sant’Angelo a Nilo

Indirizzo: piazzetta Nilo, 23 Metro linea 1: stazione Dante-stazione Toledo-stazione Università Orari di apertura al pubblico: lunedì-domenica, dalle ore 9,00-13,00/17,30 alle ore 19,30. Detta anche Cappella Brancaccio, la Chiesa di Sant’Angelo a Morfisa sorge nel cuore della Napoli greco-romana, nella piazzetta dedicata al dio Nilo che era originariamente il quartiere in cui viveva un’antica comunità […]

Palazzo Pignatelli di Toritto

Indirizzo: piazzetta Nilo Metro linea 1: stazione Dante-stazione Toledo-stazione Università Orari di apertura al pubblico: il palazzo è di proprietà privata ma è possibile visitare il “giardino magico” accordandosi con guide o associazioni autorizzate. Questo antico palazzo, ubicato tra piazza San Domenico Maggiore e largo Corpo di Napoli o piazza Nilo, fu edificato nel 1499 […]

Palazzo Corigliano

Indirizzo: piazza San Domenico Maggiore, 12 Metro linea 1: stazione Dante-stazione Toledo-stazione Università Orari di apertura al pubblico: visitabile negli orari di apertura dell’Università “L’Orientale” di Napoli. La costruzione di Palazzo Saluzzo di Corigliano, oggi sede del Dipartimento Asia, Africa e Mediterraneo dell’Università “L’Orientale”, risale al XVI secolo quando Giovanni di Sangro dei duchi di […]

Palazzo di Sangro di Sansevero

Indirizzo: vico San Domenico Maggiore, 9 Metro linea 1: stazione Dante-stazione Toledo-stazione Università A Napoli, il nome “Sansevero” è strettamente legato alla meravigliosa cappella omonima che ospita, al suo interno, la scultura del Cristo velato, preziosa testimonianza del patrimonio artistico internazionale, e le altrettanto famose macchine anatomiche, un luogo in cui si intrecciano bellezza, fascino […]

La guglia di San Domenico

Indirizzo: piazza San Domenico Maggiore Metro linea 1 – stazione piazza Dante Nella suggestiva piazza San Domenico Maggiore, voluta dal re aragonese Alfonso I di Napoli, e che rappresenta il limite orientale delle mura greche dell’antica Neapolis, svetta la guglia, alta circa 26 metri e divisa in tre ordini, dedicata all’omonimo santo eretta come ringraziamento […]

Palazzo Petrucci del Balzo

Indirizzo: piazza San Domenico Maggiore, 3 Metro: linea 1, stazione piazza Dante-stazione Toledo Insieme alla scalinata antistante la Chiesa di San Michele Arcangelo a Morfisa e a Palazzo Corigliano che sorge di fronte, Palazzo Petrucci delimita il lato sud-occidentale di piazza San Domenico Maggiore, su cui insiste l’omonima chiesa, mentre sul lato sud-orientale dominano i […]

Palazzo Casacalenda

Indirizzo: piazza San Domenico Maggiore, 17 Metro: linea 1, stazione piazza Dante-stazione Toledo Questo antico palazzo napoletano deve il suo nome alla duchessa di Casacalenda e di Campolieto, Marianna di Sangro la quale, venuta in possesso della proprietà, voleva ristrutturare l’antico edificio settecentesco senzapertanto perderne le originali fattezze architettoniche, come lo scalone monumentale interno, opera […]